aprile 2013

di Pietro Greco

Non è impresa facile quella cui è chiamato Andrea Orlando, nuovo ministro dell’ambiente. Perché prima ancora che mobilitare risorse ed emanare decreti, dovrà creare una cultura ecologica che in Italia non ha mai brillato e che è stata largamente erosa negli ultimi venti anni, soprattutto (ma non solo) durante i governi del centrodestra. E lo dovrà fare in tempi di «decrescita infelice».

Impresa, dunque, difficile. Ma non impossibile, se saprà coniugare la teoria del governo dell’ambiente alla soluzione di alcuni problemi concreti. Il progetto teorico si dovrà basare sia sul riconoscimento sistematico della priorità assoluta che hanno i vincoli ambientali – anzi, i vincoli dell’ambiente e della salute – sia sulla capacità continua… →

{ 0 comments }

Primo maggio a Città della scienza

by admin 1 on 18 aprile 2013

in agenda

loghi

{ 0 comments }