dicembre 2011

Il Rapporto Nuova Panda

by admin 1 on 22 dicembre 2011

in economia e lavoro

Il 15 dicembre scorso, John Elkann ha presentato a Pomigliano il nuovo stabilimento e la nuova Panda come “il motore della speranza” per 4500 lavoratori e per il vasto indotto Fiat. Il rapporto che segue, commissionato dalla Fiom a due giovani ricercatori dell’Università di Salerno, descrive una realtà ben diversa.

{ 0 comments }

Difendiamo l’articolo 18

by admin 1 on 19 dicembre 2011

in agenda

Difendiamo l’articolo 18 perché è giusto, perché è necessario.

L’impervio passaggio d’epoca che stiamo attraversando rischia di essere caratterizzato da un segno recessivo e regressivo, tanto nelle dinamiche economiche e sociali quanto, più in generale, sui temi dei diritti e delle libertà.

In Italia – anche più che altrove – tali connotati di iniquità e cinismo sociale vengono esaltati dall’apparente  messa in mora della politica, o almeno della sua funzione regolatrice di interessi contrastanti e di tutela di quelli generali.

In questo quadro, così come era facile immaginare che la crisi venisse fatta pagare di più – e più facilmente – ai più deboli, era quasi scontato che si riproponesse l’attacco ai diritti del lavoro, in nome di una falsa idea di solidarietà al ribasso, per cui i “più garantiti” cederebbero quota parte delle loro tutele per  dare spazio ai precari e, segnatamente, ai più giovani.

E’ quasi sconfortante dover fare osservare che la cessione  di diritti non andrebbe nella direzione di un vantaggio per giovani e precari – ché di precari ce ne sono ormai anche molti non più giovani – ma nella direzione di un vantaggio esclusivo del datore di lavoro, che consoliderebbe il suo ruolo di “padrone” di un rapporto per sua natura non paritario e sempre meno bilanciato da regole e controlli.

Perché mai entrare in un mercato del lavoro con condizioni peggiori dovrebbe essere un vantaggio?
Perché rinunciare ai diritti dei padri dovrebbe essere un beneficio per i figli?
Perché propinarci ancora la storiella che in questo Paese non si può licenziare? Lo vadano a raccontare a Pomigliano, a Termini Imerese, agli 800 lavoratori dei wagon- lit messi fuori da un giorno all’altro per una sciagurata decisione unilaterale dei vertici aziendali.

Difendere il principio che non si può licenziare senza giusta causa non è un veto ideologico né  un pretesto per mascherare l’indisponibilità al confronto, è – al contrario – una necessità tanto più impellente in un momento di crisi drammatica e di grave difficoltà economica.

www.sinistrasvegliati.org
redazione@sinistrasvegliati.eu

{ 0 comments }

Il lavoro e la crisi nell’Europa che cambia

by admin 1 on 14 dicembre 2011

in agenda

{ 0 comments }

Le pareti della solitudine – Videoproiezione

by admin 1 on 14 dicembre 2011

in agenda

Le pareti della solitudine è una denuncia poetica del razzismo.

La doppia forza della poesia e della denuncia generata dal testo, immette l’energia necessaria per fa si che questo lavoro meriti l’attenzione della scena. Forse per la prima volta riusciremo a far vedere e sentire cosa accade ad un immigrato clandestino durante le ore di solitudine, le ore private, quando si è soli con sé stessi, la sera, la notte, le domeniche.

Ho strutturato il lavoro in quattro fasi. Nella prima fase un laboratorio aperto agli immigrati di tutte le etnie che vogliono confrontarsi con il teatro. Sono stati scelti per la seconda fase, un laboratorio d’ avvicinamento alla condizione visionaria determinata dall’isolamento, coloro che hanno dimostrato un apertura d’animo verso lo svelamento della parte intima, dove risiede il nòcciolo ancestrale e sono stati pronti a metterla in gioco. Alla terza fase, le prove vere e proprie per la messa in scena, hanno preso parte solamente coloro che sono stati scelti per andare in scena, sette attori, che saranno corpo, voce e continua… →

{ 0 comments }

Riceviamo e pubblichiamo

di Clara Camerlingo,
studentessa IUO

I fiori di una rivoluzione che non muore

La Regione mediterranea sta vivendo una fase molto particolare, segnata non solo dalla rivoluzione in atto in tutto il mondo arabo, ma anche da una serie di rivolte di minore ampiezza o risonanza, proteste locali, manifestazioni di dissenso che in qualche modo stanno cambiano il volto della regione. Le rivendicazioni della società civile nei paesi del Sud e del Nord del Mediterraneo rimandano tutte alla sfera dei diritti individuali e collettivi, totalmente assenti in alcune realtà e sommariamente rispettate in altre. Se nei paesi della sponda Sud del Mediterraneo la società civile araba chiede il rispetto dei diritti umani di base, nei paesi euro-mediterranei a nord la popolazione si organizza in movimenti civili specifici – femministi o ecologisti – allo scopo di esercitare forti pressioni sui governi che ignorano libertà e diritti. Una delle proteste cittadine degli ultimi anni nel Mediterraneo è quella in corso in Turchia e in particolare a Istanbul. Qui, il malcontento dei cittadini si rivolge ai piani di rinnovamento urbano che, già a partire dagli anni Settanta, hanno trasformato una città, “de-caratterizzandola”. Di questo tema si è parlato, tra l’altro, durante i due incontri inseriti nel programma del Laboratorio Intermediterraneo: curato dalla professoressa Maria Donzelli per conto del Centro di Studi sulle Culture del Mediterraneo dell’Università l’Orientale di Napoli e dedicato a  “L’altro: ospite o nemico? Testimonianze dal Mediterraneo in lotta”, che, iniziato il 25 ottobre scorso, terminerà il 15 dicembre 2011 (www.iemed.org). continua… →

{ 0 comments }

{ 0 comments }

Appuntamenti al Cirem

by admin 1 on 7 dicembre 2011

in agenda

Prossimi appuntamenti al Cirem
Archivio Parisio, porticato San Francesco di Paola, piazza del Plebiscito – Napoli

martedì, 13 dicembre 2011, ore 17

seminario

Russia 1905
esperienza di ricerca:
L’Archivio storico di San Pietroburgo

a cura dell’Associazione la Bottega dello Storico

mercoledì, 14 dicembre ore 17

Comunicazione e Media nel Mediterraneo in tempo di crisi
I Giovani incontrano i giornalisti

A cura dell’Associazione Peripli

venerdì, 16 dicembre, ore 18.30

proiezione de

Le Pareti della solitudine
di Prospero Bentivenga

sabato, 17 dicembre, ore 10

Iniziativa sull’ambiente con Grazia Francescato e Fulvia Bandoli

mercoledì, 21 dicembre* ore 17

*Palazzo Serra di Cassano, Istituto per gli Studi Filosofici

Il Lavoro e la crisi nell’Europa che cambia

giovedì, 19 gennaio 2012

seminario a cura dell’Associazione la Bottega dello Storico

{ 0 comments }